PRESTITI PERSONALI

Cos’è e come funziona il prestito personale

 

Il prestito personale è un finanziamento la cui somma può essere destinata a tutto ciò che ti serve. Non è necessario dare spiegazioni a chi concede il prestito: esso è personale e il denaro può essere destinato a qualsiasi utilizzo.

Quindi per fare dei regali, per trascorrere le vacanze, per effettuare cure odontoiatriche che rimandi da tempo, oppure per le spese quotidiane. I prestiti personali sono erogati dagli istituti di credito (banche e finanziarie).

Affinché possa definirsi tale, la somma chiesta non deve essere superiore a 50.000 euro (per alcune banche anche 60.000), altrimenti non si parla più di prestito personale ma si parla invece di mutuo.

Mediamente gli istituti di credito concedono prestiti personali di circa 30.000 euro da restituire in 72 mesi (6 anni). Questi sono dei parametri standard, ma chiaramente ogni istituto applica condizioni diverse.

Come chiedere ed ottenere

La procedura per la richiesta di un prestito personale è comune a tutti gli istituti di credito. Occorre recarsi presso la banca (o la finanziaria), con i propri documenti (carta di identità o patente, codice fiscale e ultime due buste paga) e fare domanda di un finanziamento direttamente allo sportello di assistenza clienti.

Requisiti e criteri di valutazione

La banca ovviamente non accetterà subito la tua richiesta, che potrà essere accettata o rifiutata. i requisiti che determinano l’accettazione o il rifiuto del prestito sono:

  • Età compresa tra 18 e 70 anni. Di solito le banche non fanno finanziamenti a persone più grandi. Se è il tuo caso, alcune banche hanno delle offerte ad hoc, soprattutto tramite cessione del quinto della tua pensione.
  • Residenza in Italia. Non è necessario che tu sia cittadino italiano, se sei uno straniero è necessario che tu sia residente regolarmente in Italia.
  • Titolarità di un conto corrente. Se non hai un conto corrente la banca te ne aprirà uno contestualmente alla concessione del prestito.
  • Reddito dimostrabile, quindi un lavoro a tempo indeterminato. Va bene anche un contratto a tempo determinato, purché la scadenza del tuo contratto sia successiva a quella del finanziamento.

RICHIEDI un preventivo

Privacy Policy
  • Via Don Minzoni, 1 - 66034 LANCIANO
  • 800 58 86 28
  • info@servizifinanziari.eu